La ricerca scientifica

Volevo spendere una parola sulla ricerca scientifica.

 

Avete mai pensato a quante persone lavorano dietro ad un farmaco o ad una terapia? Da quando abbiamo saputo della malattia di Daniele mi è capitato più volte di pensarci. Molte volte queste persone sono costrette a fermarsi per pure mortivazioni economiche.

Le aziende per le quali lavorano ritengono che quel particolare farmaco non sia remunerativo in quanto destinato ad una piccola fascia di utenza. Da un punto di vista imprenditoriale nulla da eccepire.

Sarebbe come se la Intel continuasse a produrre i processori pentium (anche se mi sembra di aver letto di recente che la NASA ne ha acquistati una quantità industriale). A farne le spese però in questo caso sono le persone affette dalle malattie rare.

Chi va avanti non è un pazzo spendaccione nè un filantropo. Credo sia ‘solo’ un grande essere umano. La ricerca è importante, in tutti i settori. Dalla medicina alla storia, dalla scienza in generale alle materie umanistiche.

Mortificare la ricerca significa mortificare il genere umano e renderlo schiavo di ciò che non comprende.

 
   
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.